Religione

130° Anniversario della Fondazione dell’ORATORIO SALESIANO “S.Filippo Neri” di Via Teatro Greco in Catania 8 Novembre 1885 – 8 Novembre 2015

Diario veloce e quasi mensile delle iniziative, episodi, foto, avvenimenti di un anno di festeggiamenti 8 Novembre 2014- 8 Novembre 2015

Cronologia

(parte quindicesima)

04 aprile 2015 – Veglia e S. Messa di Pasqua Resurrezione di nostro Signore Gesù Cristo con i diversi riti di accensione e benedizione del Fuoco, Cero Pasquale, Acqua benedetta e rinnovo delle promesse battesimali. Liturgia della Parola (due di Genesi ed una dell’Esodo), Salmi Responsoriali, Epistola, Credo ed aspersione dei presenti , accensione delle candele, Parola di Dio ed Omelia Beneaugurante. Mentre parecchia commozione ha suscitato il lento movimento dell’argano per consentire la salita del Cristo Risorto, che veniva posto sopra l’Altare. Sentita partecipazione di tutta la celebrazione pasquale ed infine omaggio finale, con distribuzione, ai genitori presenti di una immagine pasquale e minipanino benedetto.

Gli immancabili Auguri di Buona Pasqua concludevano la Celebrazione, non prima d’avere consegnato a tutti i ragazzi presenti il classico uovo di pasqua, con sorpresa.

5 e 6 Aprile – l’Oratorio rimane chiuso e riapre il 7 Aprile 2015

09-04-2015 – “Nel mezzo del cammin di nostra vita…”, parafrasando il Sommo Poeta, …ci ritroviam a dover descrivere uno spaccato della normale attività giornaliera dell’Oratorio S.Filippo Neri di Via Teatro Greco.

La gloriosa istituzione, è bene saperlo, la mattina ospita una succursale del Liceo Scientifico Boggio Lera, con comodato d’uso del cortile -come Palestra di Educazione Fisica- del piccolo vano adibito per la ricreazione dei ragazzi e del Teatro, alla bisogna. Le aule sono ai piani superiori. Detto questo, ogni giorno intorno alle ore 15,00 giungono, alla spicciolata, il Direttore Giuseppe Salamone, gli Animatori ed i Vo-lontari che cominciano a …montar le tende per l’accoglienza ai ragazzi. Già si sente il vociare dei ragazzi che iniziano a sciamare per le strade del quartiere e corrono a prendere posto a sedere sui gradini d’ingresso o presso le dirimpettaie preziosità del Teatro Greco-Romano, in parte accompagnati dai genitori, altri singolarmente.

oratoriofIl loro ingresso è qualcosa di gioioso! Chi corre ad accaparrarsi gli strumenti e suppellettili a loro disposizione per giocare, chi comincia a formare le squadre per giocare a calcio, chi occupa il calcio-balilla, altri i tavoli da ping-pong, chi sale al piano superiore per il sostegno scolastico e …qualcun altro si ricorda di andare a salutare il …padrone di casa in Chiesa, per una preghierina. Si comincia!! E come ogni giorno le lo-ro grida di felicità inondano il quartiere tutto. Essendo Giovedì, prima delle 17,00 arrivano anche gli exallievi per l’incontro settimanale di orientamento, programmazione, riflessione e meditazione. Vengono avanzate proposte per le attività dell’Oratorio, che se approvate, vanno poi portate alla conoscenza del Direttore.

Ma, prima di tutto caramelle o brioscine a tutti i ragazzi del sostegno scolastico, mentre alla nostra apertura delle imposte i ragazzi in cortile ci applaudono per richiedere caramelle anche a loro.

Accontentati !! Alle ore 18,00 al suono della campanella, i ragazzi in fila, accompagnati da Animatori e volontari, entrano in chiesa per la riflessione serale e preghiere della sera. A volte si va in teatro a vedere DVD sociali, sacri o da riflessione. Con le invocazioni a Don Bosco e Maria Ausiliatrice, si chiude la giornata. Domani si ricomincia …ma l’Oratorio non chiude i battenti perché si ricomincia con le prove dei canti, gli allenamenti sportivi delle PGS, le prove teatrali per i più grandetti. Si va avanti sino alle 20,00, quando davvero si chiude la giornata e abbastanza stanchi tutti si va a casa, ringraziando il Padreterno per averci dato la possibilità di renderci utili.

Piero Privitera

Leave a Comment

Your email address will not be published.

*